Il sesso: un’ottima medicina

Una delle poche certezze che abbiamo è che il sesso comporta dei benefici fisici e mentali.

Il sesso è come una medicina in grado di agire sull’autostima, sulla memoria, sul sonno e molto altro; pertanto astenersi dall’attività sessuale comporta una serie di “effetti collaterali” che incidono su fattori fisiologici e soprattutto psichici.

Nonostante ci sia chi sostenga che può fare a meno del sesso, in realtà non è proprio così.

Sapevate che il sesso contribuisce a creare anticorpi utili al nostro sistema immunitario e quindi ci permette di non ammalarci spesso? O che aiuta nella produzione di sostanze chimiche nel cervello che migliorano il nostro grado di felicità e l’umore?

Ebbene, questi sono solo alcuni dei vantaggi derivanti dal sesso.

Un altro beneficio consiste in una migliore capacità di addormentarsi: chi si astiene dall’attività sessuale potrebbe faticare di più ad addormentarsi in quanto, durante il sesso, viene rilasciato un ormone legato al sonno.

La troppa astinenza potrebbe anche indebolire la nostra memoria, la nostra resistenza muscolare e potrebbe portare ad un calo della libido.

Inoltre, l’astinenza potrebbe rivelarsi la causa di alcuni problemi durante i futuri atti sessuali ovvero minore lubrificazione nella donna e disfunzione erettile temporanea negli uomini.

Avere una vita sessuale attiva è importante per il benessere psico-fisico.

L’astinenza, così come la dipendenza dal sesso, possono essere un ostacolo per la serenità dell’individuo, pertanto, anche nella sfera sessuale bisogna trovare un equilibrio.

http://www.popsci.it/sesso-i-10-effetti-collaterali-dellastinenza.html

@annamariagiancaspero

Lo sapevate che un matrimonio cattivo può mettere in pericolo il cuore di una donna ?

Una recente ricerca condotta negli Stati Uniti riporta che nelle coppie “mature” con problemi coniugali, le mogli presentano maggiori rischi per le malattie cardiache!

Uno studio pubblicato su  Journal of Health and Social Behavior ed effetuato presso Michigan State University descrive la ricerca su 1200 coppie “mature” monitorate per 5 anni.

La scarsa qualità del rapporto matrimoniale è un fattore di stress che può provocare nel tempo malattie cardiache soprattutto alle donne.

Ma perchè questa differenza?

Le donne sono abituate a pensare e a parlare dei loro sentimenti e sono più disponibili alle esigenze dell’altro. Se un matrimonio si deteriora, una donna è più sensibile, cioè ha maggiori probabilità di sviluppare problemi di salute in quanto le donne tendono  a interiorizzare i loro sentimenti negativi molto più degli uomini e pertanto sono più a rischio di problemi cardiovascolari quando un matrimonio è in crisi.

http://www.annamariagiancaspero.it